Il sito prevede l'utilizzo di cookies per una migliore esperienza di navigazione. Per continuare clicca su CONTINUA, per leggere la nostra cookie policy LEGGI DI PIU'.

  • '
    '

Un pezzo di Ministero Interno (circolare successiva) contro Decreto Interministeriale

Comunicato 26 giugno 2017 sulle riduzioni ex art. 7 comma 31 sexies del DL n. 78/2010

link: http://albosegretari.interno.it/Uploads/Documents/8596comunicato-2017-sulle-riduzioni-ex-art-7-comma-31-sexies-del-dl-n-782010.pdf

Quando in tempo di pace l'uomo si scaglia contro sé stesso, ecco anche qui il ministero, in ossequio all'adagio che lo scricchiolante triumvirato dei sindaci al potere in un delirio di proseguire su modello strage degli Ugonotti -NECA EOS OMNES... uccidili tutti Dio riconoscerà i suoi-, l'uccisione - professionale si intende- incostitiuzionale e non democratica degli unici contrappesi sfilacciati rimasti negli enti locali, per poter fare forse molto "meglio" nella lotta all'anticorruzione (ne senso che così si toglie proprio anche l'ultimo ostacolo procedurale offerto dall'art. 97 TUEL, e dalla legge 190/2012), ecco che la capacità "innovativa" di una circolare non soggetta nemmeno alla gerarchia delle fonti, può innovare, in pejus mi raccomando, anche un decreto interministeriale precedente, quello sì almeno dotato di forza normativa, sia pure nella scala delle fonti la più bassa.

Il Giudice del Lavoro avrà le sue difficoltà a comprendere come questi intenti persecutori nemmeno scemati dopo la secca sconfitta referendaria del 4 dicembre 2016, data memorabile per la riscossa del popolo italiano, meno sciocco di quanto si è evidentemente creduto, continuino nonostante il chiaro STOP alla schiforma.

Nel merito una circolare successiva in violazione dell'art. 2 del decreto interministeriale di poco prima (2013), penalizza i segretari comunali che operando in sedi riclassificate si vedono la difficoltà della sedia non più corrispondente alla indennità di posizione.

Ameremmo conoscere se anche con le indennità prefettizie il ministro sia cosi persecutorio. Qui il capo dell'Organismo di governo della categoria o Missione ha inteso colpire i circa tremila segretari che prestano servizio in più di ottomila comuni ed enti locali anche sotto questo aspetto che appare piccolo in termini economici, ma immenso sotto il profilo del rispetto. rispetto delle leggi, rispetto delle garanzie costituzionali e ripetto di una intera categoria di lavoratori che dopo oltre otto anni di blocco stipendiale potrebbe anche ragionare sulla scia dei professori Universitari e Associati (loro cinquemila e con garanzie meno minacciate di quelle dei segretari comunali e provinciali).

Art. 2 decreto interministeriale: le percentuali di cui alla tabella A sono applicate al trattamento economico spettante al segretario comunale di fascia corrispondente alla classe demografica dell'ente. Nel caso di sedi di segreterie convenzionate la classe demografica è quella derivante dalla somma delle popolazioni di tutti gli enti facenti parte della conveznioe stessa.

COMMENTO COME E' SEMPRE STATO.

ora viene il più bello:

Per gli enti riclassificati si applica la percentuale di cui alla tabella A, spettante al  segretario della fascia professionale superiore a quella demografica di appartenenza.

La disposizione di cui al comma 2 si applica anche per le segreteria convenzionate di cui faccia parte un comune riclassificato.

Ora se i glossatori della Misione Albo segretari al ministero dell'Interno siano più (ir-)realisti del "Re" peraltro sconfitto anche dal referendum, non è dato sapere, ciò che è certo è la maggior somma per tutti i contenziosi evitabili con autotutela andrebbe addebitata dalle procure della corte dei conti al dirigente che ne ha dato causa e ostinatamente persegue evidentemente se non finalità contrarie a quelle del decreto interministeriale, certamente interpretazioni inutili poiché IN CLARIS NON FIT INTERPRETATIO.

Con buona pace di irnerio che si rivolterà nella tomba nel conoscere questi capolavori bizantini punitivi inutilmente.

LATO PRATICO:

si consiglia  tutti i colleghi ingiustamente vessati di proporre istanza in autotutela per dare la possibilità al Ministero dell'Interno di non uscirne ancora più danneggiato di quanto con sentenze del giudice del lavoro si potrà presto leggere.

www.segretariocomunale.com/8596comunicato-2017-sulle-riduzioni-ex-art-7-comma-31-sexies-del-dl-n-782010.pdf

 

ISTANZA IN AUTOTUTELA

Al Ministero dell'Interno - Albo Nazionale Segretari Comunali e Provinciali


Indirizzo: Piazza Cavour 25 – 00193, Roma Telefono: 06/328841 – 06/32884215 – 06/32884444 Fax: 06/32884387 – 06/32884701

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

oggetto: Comunicato 26 giugno 2017 sulle riduzioni ex art. 7 comma 31 sexies del DL n. 78/2010; violazione del decreto interministeriale 20 febbraio 2013 di concerto con il MEF e i ministero della pubblica amministrazione e semplificazione (nonché già registrato alla Corte dei Conti) art. 2 prot. DAIT 0048973 2017 e corte conti 0008397-27/03/2013 SCCLR-MIDPREV-A attuato con circolare/ COMUNICATO DAIT Albo nazionale Segretari Comunali e Provinciali

Il Sottoscitto iscr. albo nr. ----- Segretario comunale

titolare in

dal ------ al ------

ente classificato --------

(o riclassificato) con provvedimento ------

CHIEDE

L'annullamento in autotutela della circolare COMUNICATO che si trasmette in pdf significando che il carattere in pejus del trattamento economico spettante è in palese violazione del articolo 2 del Decreto interministeriale citato, nonché registrato alla corte dei conti, senza necessità di glosse o interpretazioni, perché chiaro e cristallino, sia nel ternore letterale, sia negli esempi pratici se non addirittura lapalissiano. Il Vostro comunicato trovasi al seguente link: http://albosegretari.interno.it/Uploads/Documents/8596comunicato-2017-sulle-riduzioni-ex-art-7-comma-31-sexies-del-dl-n-782010.pdf avente il titolo: Comunicato 2017 sulle riduzioni ex art. 7 comma 31 sexies del DL n. 78/2010

Valga la presente per interruzione della prescrizione e messa in mora.

Con riserva di agire presso le AG competenti.

Con ossequi.

il segretario generale

 

tags: lavoro, pubblico impiego, circolare cimmino,  ccnl, segretaricomunali, indennità di posizione, 1/b, sedi riclassificate, illegittimità, contro i segretari comunali